Home Page

Movimento per l'Italia
Simbolo Movimento per l’Italia

Informazioni Italia Tg.it

Movimento per l'Italia - gianluca Caracciolo

Tamponi a tutti i cittadini: il Governo autorizza!

Www.MovimentoPerItalia.it

04/04/2020

In data 27/03/2020 il Rappresentante del Movimento per l’Italia, L.,D.,U., tra le misure consigliate, suggeriva alla Presidenza della Repubblica di eseguire i tamponi a tutti i cittadini italiani, poiché solo anticipando per mezzo tampone, in relazione alle altre consigliate misure, è possibile anticipare e frenare il contagio per Coronavirus Covid-19

Non è passato molto tempo, difatti nell’odierna giornata il Governo Italiano ha emanato una circolare che autorizza per tutti i cosidetti tamponi rapidi, partendo dai cittadini ospedalizzati, dai sanitari e dai soggetti debilitati, cioè anziani con patologie.

Q: Teo Intelligence e Covid-19

“La verità vi renderà liberi” si legge nei vangeli e con la Teo Intelligence entreremo nei meandri di questi tempi bui ed apocalittici, comprensibili e decifrabili con l’analisi a più largo spettro della Teo Intelligence. Questo Coronavirus C19 che sembra abbia fermato il mondo, nasconde una titanica lotta tra due rivali che sono ormai giunti ai ferri corti, ad un bivio esistenziale: Mors tua, vita mea. E noi ci troviamo in mezzo a questa bufera con un Covid 19 che è l’arma di distruzione di massa per un tentativo di colpo di stato mondiale in atto tra la borghesia finanziaria con base sovranazionale (globalista) e la borghesia con base nazionale (sovranista). La vittoria di Trump ha sconvolto il progetto del Nuovo Ordine Mondiale di un establishmentcorrotto che, nella presidenza USA, avevano fatto perno per influire sui loro giochi globali. Che ci siano questi due movimenti di opinione globalista e sovranista è un fatto positivo e rientra nella dialettica democratica. Ma se uno di questi o entrambi, si sono insinuati nel tessuto sociale corrompendo e deviando spudoratamente per il raggiungimento dei loro sporchi interessi a spese dell’interesse nazionale, allora è giusto contrastarli e arrestarli.

Un Covid-19 quello in corso, meno pericoloso e meno importante di quanto gliene stia offrendo la stampa mainstream, interessata ma anche disorientata e confusa. Un virus che è probabilmente riconducibile alla mirata strategia di un attacco al potere americano in vista delle prossime elezioni presidenziali USA, che si dovrebbero svolgere a novembre 2020, salvo colpi di scena che potrebbero verificarsi a causa del Covid-19, obbligando a sospendere le elezioni con un rinvio o addirittura alla cancellazione e con una probabile riconferma di Trump ai sensi della costituzione, se costretto a dichiarare lo stato di Legge Marziale. Un colpo mortale per chi nei Democratici corre nella necessità di riappropriarsi della poltrona presidenziale strategica, in vista degli ordini di arresto di migliaia di personaggi vari con esponenti politici che Trump ha già firmato e in parte sta facendo eseguire supportato dai Militari della coalizione interforze riconducibile alla NSA-Natioinal Security Agency, per come spiegato nel sito ufficiale di QAnon. Un colpo di stato democratico contro il mondo dei corrotti ai massimi livelli apicali? la domanda sorge spontanea! Un virus forse immesso per far crollare l’economia mondiale?  Forse per colpire politicamente Trump nell’anno della sua rielezione il quale se subisse un crollo economico interno agli USA, diverrebbe la sicura vittima elettorale perdendo la rielezione a favore di un candidato gradito e compromesso con la “Cabala”, come viene definita all’interno della casa Bianca il Deep State deviato e corrotto, reo di crimini contro l’umanità. L’attuale favorito ala corsa della casa Bianca, Joe Biden, già ex presidente conObama, sembra essere incluso tra quelli della lista nera di Trump.

Ma Trump e l’intelligence Militare della NSA si legge su QAnon, sono fortemente determinati ed hanno improntato e pianificato un progetto di contrasto molto efficace, legale e rispettoso delle norme costituzionali, con l’emanazione di vari decreti presidenziali funzionali al progetto, in particolare con la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale e l’ordine esecutivo del 21.12.2017 già con un primo elenco di nomi, che blocca la proprietà delle persone coinvolte in gravi violazioni dei diritti umani o corruzione, di fatto è l’anticamera per la dichiarazione della legge marziale, utile all’arresto dell’intero gruppo mondiale della cabala, ovunque essi si trovino e si nascondano. In questi ultimi due anni di presidenza Trump si sono dimessi dai loro posti di potere dorati, centinaia di capi di aziende multinazionali, politici, banchieri, attori e cantanti famosi, ecc., già colpiti da provvedimenti giudiziari con inconfutabili prove di corruzione e di gravi omicidi in riti satanici specie di giovani vittime di ragazze e ragazzi, le cui vicende sono tutte descritte e documentate, in rapporti che l’intelligence e l’amministrazione Trump,  hanno reso pubbliche su qmap.pub/resignations, un sito creato per una parte dell’organizzazione facente capo al dilagante movimento popolare mondiale “QAnon” che Trump sta sostenendo, come la più grande operazione di intelligence mai esistita: https://qanon.it https://qmap.pub/  https://qanon.pub/   https://qntmpkts.keybase.pub//   https://www.qagg.news/  https://qposts.online/

Siti informatici ben assistiti nella stesura di documenti pubblicati, utili e funzionali a fornire informazioni al popolo, mantenendone alto il morale, e contemporaneamente ingannare i nemici terrorizzandoli. Un altro scopo dichiarato in “QAnon”, è quello di educare il pubblico a riconoscere e decodificare il codice che la “Cabala” e tutto Deep State deviato usano per scambiarsi subdole informazioni, su mezzi convenzionali (tv, cinema e giornali): riferimenti particolari, linguaggio ellittico, set di regole basate sulla corrispondenza tra lettere e numeri (gematria), messaggi subliminali, ecc.

QAnon dove Q è riconducibile alla parte biblica di Qoelet: l’adunanza, il richiamo, il risveglio, l’alleanza, ma militarmente sta ad indicare anche uno dei livelli più alti di sicurezza. Anon sta per anonimo, intesa come operazione di massima segretezza.  QAnon, è scritto nella home del sito, <è una sofisticata operazione militare mirata ad aggirare i mezzi di informazione convenzionali, condotta da un gruppo di “soldati digitali” – attraverso l’uso anonimo di internet su piattaforme non censurabili – per far arrivare alla popolazione informazioni vitali altrimenti nascoste>. Il piano per liquidare l’élite finanziaria prevede il taglio di tutte le sue enormi fonti di profitto, smantellandone nel contempo la loro base politico-militare e mafiosa, occulta ed illegale .

Durante questo propagarsi del Coronavirus C19, pare immesso dalla Cabala a Whuancon lo scopo malefico di provocare una reazione da parte della Cina nei confronti degli USA, si sta attuando nel contempo la parte del progetto di Intelligence guidata da Trump in Europa con l’operazione congiunta di Forze Americane e Nato denominata “Defence Europe2.0”. Questa operazione prevista da due anni appare propizia alla risposta di un tentativo di destabilizzazione da parte di una élite mondiale deviata e mafiosa che detiene in Europa e non solo, un potere smisurato derivante dalla corruzione di persone che occupano i posti apicali e che vede minata la loro influenza da movimenti sovranisti e dalla nuova ed imprevista amministrazione Trump, eletta nonostante i tentativi di brogli elettorali – viene detto sui siti di QAnon e sui social con commenti molto mirati- messi in atto dalla controparte e sgamati dall’Intelligence Militare della NSA, ritorcendoglieli contro. L’operazione “Defence Europa 2.0” in parte appare ostacolata dalla presenza del Coronavirus, ma è comunque pronta ad entrare in atto in caso di attacchi da parte della “Cabala”, interessata a fomentare malcontento, disordini, proteste, violenze e guerra civile tramite le cause collaterali al Coronavirus e al dopo Corinavirus in termini di inevitabile ripercussione sulla crisi economica, e questo spiegherebbe il perché le popolazioni Europee e non solo, vengono invitate a rimanere nelle proprie abitazioni, proprio ed essenzialmente per non divenire strumenti ignari e funzionali al gioco del nemico; a parte la giusta e consigliata necessità di stare chiusi per non diffondere ulteriormente il virus. Si stanno annunciando da più parti l’uso di vaccini e farmaci che presto potrebbero essere usati e diffusi per debellare il Covid 19: dal Giappone si segnala  il già conosciuto Avigan, dalla Cina arrivano nuove sperimentazioni, dalla Russia si segnala il già conosciuto antivirale Arbidol; e dagli Stati Uniti, Trump ha annunciato l’efficacia di un farmaco antimalaria a basa diIdrossiclorochina.

Sono almeno tre i tentativi messi in atto per assassinare Trump da parte della “Cabala”. Il primo ottobre 2017, secondo la versione ufficiale, un uomo avrebbe sparato migliaia di proiettili da una finestra dell’hotel Mandalay Bay di Las Vegas su una folla impegnata ad assistere ad un concerto, uccidendo 58 persone e ferendone più di 500. Secondo diverse fonti, non ufficiali ma affidabili, in quel momento, all’ultimo piano delMandalay Bay, si stava svolgendo un colloquio segreto tra Trump e il principe saudita Mohammad bin Salman, erede designato al trono, e l’eccidio sarebbe dovuto servire come copertura per l’assassinio dei due statisti da parte di una squadra di membri di una gang, poi fallito, avendo messo per tempo in sicurezza i due ospiti.

Un secondo e fallito attentato a Trump era stato pianificato durante un comizio tenuto in Pennsylvania prima delle elezioni di medio termine. Ma il colpo grosso è stato effettuato con il lancio di due missili nucleari, uno molto probabile e l’altro praticamente certo. Il primo lancio, quello molto probabile, sarebbe avvenuto il 13 gennaio del 2018 e sarebbe stato diretto verso le Hawaii, quando si ebbe l’allarme di un missile balistico in arrivo. Secondo le poche testimonianze oculari, il missile sarebbe esploso mentre era in volo sull’oceano, quasi certamente abbattuto. Di questo attentato venne informato anche il Vaticano e Papa Francesco, sull’evento, ha dichiarato il giorno successivo in un contesto slegato dall’udienza, “di aver paura perché pensava che il mondo fosse vicino alla guerra atomica”. Il lancio avrebbe dovuto quasi sicuramente essere falsamente imputato alla Corea del Nord, con conseguenze immaginabili solo in parte. Tra le altre cose strane accadute a maggio del 2019, dopo una telefonata di Trump, che ha nell’attuale governo italiano un governo più che amico, il premier Conte ha disposto la rimozione di quattro vicedirettori dei servizi segreti italiani.

In questa guerra finale stanno cadendo molte teste corrotte ai massimi livelli. Saranno coincidenze, ma l’erede al trono di Spagna Re Felipe VI è stato costretto a rinunciare all’intera eredità personale del padre a seguito di una ipotesi di corruzione da 100 milioni di euro con la casa Saudita versati su un conto a Panama. Il principe Harry e sua moglie nei mesi scorsi sono stati convocati alla Casa Bianca, due membri legati al globalismo e alla propaganda correlata al business, sono stati costretti a far sembrare una loro scelta quella di lasciare la casa reale.

Anche la Regina Elisabetta, ha già lasciato la residenza londinese per andare fuori, lontano dalle stanze del potere. Suo figlio secondogenito, il Principe Andrea, si è dimesso da ogni incarico ed è sotto processo per pedofilia legato al caso Epstein, il ricchissimo pedofilo che procurava le bambine ai potenti della terra, suicidato nel 2019, dopo aver parlato e consegnato i filmati e i documenti che inchiodano centinaia e centinaia di altolocati pedofili noti personaggi della politica, banchieri, star dello spettacolo, dello sport, ecc. che invitava ai festivi a luce rosse nella sua villa offshore nelle isole Vergini. Il recente caso del regista e pedofilo Harvey Weintein va ricondotto alla pulizia giudiziaria in atto che lo stesso Trump l’ha definita “La Tempesta”, rispondendo ad un fotoreporter in un incontro alla casa Bianca dove ha voluto farsi fotografare insieme ai suoi membri del Tribunale, 20 fedelissimi Generali, con lui al centro e 9 a sinistra e 11 a destra, perché “i simboli hanno la loro valenza”, alludendo alla giustizia in atto in memoria delle vittime  dell’attentato del 9.11 alle Torri Gemelle.

20 generali del Tribunale Militare 9 a sinistra e 11 a destra a simboleggiare il riscatto sull’attentato dell’11-9 alle torri gemelle

Anche Bill Gates ha lasciato ogni e qualsiasi incarico dimettendosi a marzo 2020 non senza sospetti. Molti sono i nomi meno noti che a vario titolo sono implicati in reati al vaglio della magistratura penale e militare. Alcuni stanno già collaborando denunciando i misfatti di pedofilia, riti satanici, ruberie e corruzioni varie, altri si sono suicidati, e si fanno collegamenti anche con la morte del famoso Chef  Antony Bourdain nel 2018. Anche Google è sotto accusa per le censure unilaterali ed è in questi giorni sotto osservazione dopo aver pubblicato dei messaggi che paiono subliminali e rivolti ad una lettura sottesa dei probabili componenti della “Cabala”, è stato postato nei giorni scorsi una mongolfiera con dentro al cesto un coniglietto e uno scoiattolo, simboli che per i satanisti pedofili stanno ad indicare che per i riti dell’equinozio del 21marzo2020 loro che si identificano con i coniglietti, devono rifugiarsi come scoiattoli, nei loro nascondigli. Post subito rimossi non appena sgamati.  Anche il social Facebook pare sia entrato in confusione ed è stato costretto a non censurare più i post “sgraditi” e, proprio in questi giorni, stranamente, sta riattivando i post non graditi che aveva censurato in precedenza, con tanto di messaggio di scuse e dispiacere.

Insomma la lista è lunga e si parla di migliaia di persone coinvolte e in parte già arrestate ed estradate a Guantanamo – per come descritto sui siti e social di QAnon – specie in questo provvidenziale periodo di quarantena che li obbliga a stare chiusi e non poter fuggire inbunker  e nelle residenze dorate in localitàoff shore o in Nuova Zelanda, dove hanno già costruito ville e bunker lussuosi per rifugi di ultima istanza in caso di pericolo, ma alcuni di questi bunker sono già stati di recente, minati e distrutti dalla task force d’intelligence guidata da Trump, in varie parti del globo, registrando piccole scosse telluriche inspiegabili ai sismografi.

Trump ha già firmato i decreti presidenziali utili e propedeutici al buon fine dell’operazione in atto, tra questi anche la confisca dei capitali bancari e delle proprietà immobiliari degli incriminati per pedofilia e corruzione, avendo predisposto il decreto esecutivo che inquadra questi come crimini contro l’umanità e come attentato alla sicurezza interna dello Stato per aver coinvolto e corrotto politici apicali e funzionari civili e militari, passando automaticamente, i crimini, di competenza del tribunale militare ancor più se i soggetti sono militari, indifferentemente se appartenenti a corpi di altre nazioni, potendoli acciuffare con gli accordi di estradizione, tramite l’Interpol e le forze speciali statunitensi. Per accogliere gli sgraditi ospiti è stata riaperta la base di Guantanámo nella baia di Cuba, unitamente ad altre. (https://qmap.pub/docs)

Google

Nella lista pubblicata sui siti Qmap, vi sono anche personaggi  della finanza internazionale con quasi tutta la Nobiltà Nera mondiale, veri sanguisughe e possessori del 95% dei capitali monetari esistenti nel pianeta dei quali, una volta confiscati – per come sui siti  prevede il piano riconducibile a Trump –  dovrebbero essere rimessi in circolazione per far uscire nell’immediato l’economa dall’attuale crisi mondiale a beneficio di tutte le nazioni e delle popolazioni. Inoltre – si dice – vi siano secretate varie tecnologie elaborate nei centri di ricerca americani tenute rigorosamente nascoste da questi potenti corrotti in modo da evitare che il popolo progredisse e non fosse più succube di loro. Ricerche innovative ad esempio sulla tecnologia derivante da esperimenti sui principi di Tesla che il progetto “The Plan”, intende mettere immediatamente a disposizione dell’umanità raggiungendo così, un inaspettato balzo in avanti verso un futuro tecnologico al servizio dell’uomo. Tutto ciò che sembra essere perduto da questa crisi economica ed industriale pilotata e voluta dalla “Cabala”,verrà recuperato in brevissimo tempo, con una riforma epocale di rilancio e sviluppo a beneficio di tutte le nazioni. Il 19 marzo 2020, in tal senso, Trump ha anche firmato il decreto sullo sblocco delle scoperte mediche affermando in una nota: <Le scoperte mediche sono troppo spesso frenate da norme e regolamenti governativi obsoleti e onerosi. Per il presidente Trump, questo risultato è inaccettabile>.

Questo mondo di corrotti, depravati e malvagi, seppur abilmente riuscito a rimanere occultato per decenni, è ormai stato realmente percepito da una unanime sensazione come la vera ed unica minaccia che incombe sul mondo, a tal punto da essere definito “Stato Profondo Deviato”. Un Deep State Deviato, ancor meglio definito e semplificato nello staff della Casa Bianca con il termine “Cabala”. Uno stato nello Stato che si è evoluto e sviluppato nei decenni divenendo poi uno stato tra gli Stati, insinuandosi in ogni comparto umano occupando posti deviati e devianti negli apparati apicali della politica, dell’economia, delle banche, della scienza, dell’alta tecnologia, delle strutture militari, dei servizi segreti deviati, della strategia della tensione, responsabili delle stragi e attentati che hanno insanguinato le nazioni dal dopoguerra ad oggi, inglobando e controllando le mafie, il traffico di droga, il traffico di esseri umani con predilezione alla pedofilia, ai rituali esoterici e satanici anche con sacrifici umani, pervadendo ed infettando tutto ciò che essi controllano, esercitando un potere smisurato e prevaricante che li ha fatti diventare e sentirsi “Dio”. Esseri che si sono macchiati di efferati crimini contro l’umanità, minando la sicurezza nazionale di molti stati, con capi di governo e ministri coinvolti e corrotti. Significativa e senza precedenti dopo il suo insediamento, è stata la rinuncia di Trump al briefing quotidiano sulla situazione internazionale con la CIA (agenzia all’epoca totalmente nelle mani del Deep State deviato, oggi nella fase di una quasi impossibile “bonifica”), in favore dell’intelligence militare.

Questa volta lo scontro non è tra superpotenze e né tra i leader delle stesse, anzi, a farci caso, in questa strana vicenda del Covid-19, Trump, Xi Jinping e Putin si stanno scambiando gesti di aiuto e solidarietà tra nazioni e popoli, lanciando un forte messaggio a chi deve intendere. Ed è significativo che alcune loro timide dichiarazioni di reciproche accuse, sono state derubricate a frasi di facciata più utili a distrarre il comune nemico, atteggiamento necessario a coprire la comune strategia in atto per sconfiggerlo. I suddetti leader delle superpotenze mondiali , stanno sfruttano e cavalcando lo stesso piano diabolico che l’élite borghese politico-finanziaria-globalistacorrotta e corruttrice ha messo in atto, applicando la sottile tecnica d’intelligence della “Teoria dei giochi”, in attesa di fare scacco matto ai nemici.

Putin, Xi Jinpig e Trump, hanno raggiunto un accordo speciale e prioritario, avendo capito che hanno in comune lo stesso pericoloso nemico identificato in quel Deep State globale corrotto che sta infettando l’economia mondiale, ma soprattutto con la corruzione ormai dilagante, sta minando la stabilità interna di ogni nazione mettendo in pericolo la tenuta democratica esposta ad un continuo rischio di conflitto armato.

Trump – nei siti QAnon si dice – che non si sia candidato di sua volontà alla presidenziali USA vincendole, ma è stato scelto, sollecitato, incoraggiato e protetto da un eccezionale apparato di intelligence militare fedele alla costituzione americana, che si è strutturato negli Stati Uniti all’interno dell’Alleanza Atlantica e della Nato per combatte quel Deep State deviato e infiltrato divenuto un problema di emergenza nazionale e globale. Una Intelligence Militare fedele di una interforze aggregata all’interno della NSA-National Security Intelligence sotto il comando diretto di POTUS-President Of The United States, coinvolgendo membri non deviati ed attivi nell’Alleanza Atlantica e nella Nato in un sofisticato lavoro di intelligence portato avanti da decenni con il livello massimo di “Segretissimo:Top-Top Secret”. Un apparato – stando alle affermazioni sui social – cresciuto nel perfetto nascondimento, avviato sulla spinta morale sin dai tempi dell’uccisione del presidente John Fitzgerald Kennedy,arrivando ai giorni nostri ben preparata e strutturata come apparato di protezione all’attuale presidente Trump il quale, è consapevole ed è un convinto sostenitore del progetto in atto, denominato in codice: “The Plan”.

Apocalisse, il Cavaliere Fedele e Veritiero.

Trump, è un cristiano fervente e sta vivendo ciò sentendosi investito come se fosse in una missione messianica, come il cavaliere “fedele e Veritiero” descritto in Apocalisse 19:11-21, mentre altri lo inquadrano insieme a Putin, come Elia ed Enoch dell’antico testamento. Da qui nasce questo nuovo corso di Trump “No War” a favore della pace per riconciliarsi con la Russia, la Cina, La Corea del Nord, l’Afghanistan, l’Iraq, la Siria, l’Iran la Libia, e Gerusalemme. E in effetti sta compiendo l’Alleanza sulla base della sconfitta del comune nemico: il Deep State mondiale e deviato denominato la “Cabala”, ormai schiacciata in un patto super segreto tra USA, Cina, Russia, Inghilterra del dopo Brexit, Brasile e la strategica Italia dei servizi segreti fedeli ed efficientissimi,  uniti per lo scontro finale già in atto, e in buona parte avviato con un effetto sorpresa che li ha già terribilmente spiazzati. Il piano attuale, è spiegato negli aggiornamento del sito QAnon, in questa terza e penultima fase, prevede di essere espletato in pochi mesi (marzo-maggio 2020) per poi completare la missione e sperare nella luce di un nuovo mondo libero da soprusi e da guerre.

Gli ultimi presidenti USA, Bush, Clinton ed Obama, sono stati funzionali al “gruppo della Cabala” non riuscendo a contrastarli, ma addirittura spesso beneficiando e approfittando della situazione. Questo loro atteggiamento ambiguo, non ha permesso alla struttura militare d’Intelligence di manifestarsi prima, operando una scelta strategica al realizzarsi di tutte quelle situazioni che solo al tempo della corsa alla presidenza di Trump, hanno ritenuto pronte e mature. Quindi non è Trump in se stesso,  ma le condizioni favorevoli che sono state giudicate nell’insieme opportune. Trump già in un comizio in campagna elettorale avevadefinito i Clinton una “famiglia criminale”accusandoli di avere saldi e diretti legami con diversi esponenti della “Cabala”, avviandosi ed indirizzando così,  già da subito, il progetto segreto denominato “The Plan”.

Adrenocromo simbolicamente associato ai riti orgiastici satanici

Nello scandalo Pizzagate del 2016 che ha coinvolto Hillary Clinton in atti dicorruzione e pedofilia, mettendo in luce gli orrori pedo-satanici di gran parte delle éliteprogressiste americane, è emerso che teneva i suoi server informatici ben protetti nel territorio del nemico: la Corea del Nord. Questo ha provato ulteriormente che la ”Cabala” tiene sotto scacco la Corea del Nord avendola favorita nell’armamento militare anziché contrastarla e così vale anche per l’Iran favorito nel programma nucleare mentre al mondo si faceva finta di predicare sanzioni, per il vantaggio di tenere ufficialmente due nazioni nemiche sotto scacco, ma utili ad essere additati come nazioni canaglia, in realtà una scusa per la vendita di armi e spargimento di guerre per i traffici e i costi delle ingenti spese militari che sono il core business della corruzione dilagante, controllata e diretta dal gruppo della cosiddetta “Cabala”, una l’élite corrotta politico-bancaria e finanziaria. L’uccisione del generale Qasem Soleimani, il 3 gennaio 2020, con la sterile protesta iraniana, rientra in questa nuova strategia americana di annientamento di tutti i componenti della “Cabala” e di quelli funzionali al loro orrendo progetto. Soleimani, uomo della guerra, stava riorganizzando le fila del terrorismo islamico ed era il riferimento forte all’interno dell’Iran della “Cabala”. Vi è comunque nell’apparenza della narrativa ufficiale tra gli USA e l’Iran,uno scontro che nella realtà è una lotta tra laborghesia sovranista americana e la borghesia globalista iraniana, dove si è inserita inaspettatamente la nuova e bonificante strategia “The Plan”.

La strategia complessiva dell’élite finanziariaper incrementare il riarmo e i conflitti si basava su veri e propri due stati-ostaggio: la Corea del Nord e l’Iran. Per stati-ostaggio si intendono stati ufficialmente considerati ostili, ma in realtà dominati, a livello politico, da elementi del Deep State deviato. La nuova strategia di Trump con le schermaglie retoriche con Kim Jong Un servivano, ancora una volta, a celare dei negoziati che hanno portato all’eliminazione fisica degli alti funzionari nordcoreani legati e corrotti al Deep State, i cui nomi sono stati forniti dagli USA a Kim Jong Un, che avrebbe provveduto a modo suo, ad ottobre 2017, rinchiudendoli in una sede per test nucleari situata in una montagna, facendogliela poi crollare addosso (il fatto è stato riportato dalla stampa come un incidente che ha provocato almeno 200 vittime). Da allora, sono iniziati i veri e propri negoziati, che hanno portato al riavvicinamento delle due Coree dopo oltre sessant’anni con la sospensione dei test nucleari e missilistici da parte della Corea del Nord e delle manovre navali nella zona da parte degli USA.

Deep State deviato ha subito un duro colpo con la perdita della Corea del Nord, che serviva anche da hub per il traffico di droga e di esseri umani, e rappresentava un avamposto tanto affidabile da tenervi i server di email tra questi quelli di Google Gmail,con cui i più alti funzionari americani facevano i loro affari, vendendo segreti e tecnologia militare, di cui la stessa Corea del Nord era ottimo acquirente. La Cabala, ha organizzato un’altra “False flag” con la barbara uccisione del giornalista Jamal Khasshoggi, per addossarne la colpa all’Arabia Saudita e creare un caso internazionale e una crisi diplomatica con gli USA, in modo da riconquistare le posizioni perdute nel paese. Anche in questo caso, il colpo è stato schivato, l’alleanza è rimasta in piedi.

La politica di Trump, ben assistita e diretta dai patrioti militari che lo sostengono e lo proteggono a vista e da un sempre più crescente movimento di popolo che si ritrova sui siti social QAnon, ha prodotto una serie di incontri con i leader di altre nazioni, che sono servite ad allentare le tensioni tra loro stessi. Gli ottimi rapporti con Putin, oggetto di una campagna di delegittimazione finita nel nulla, era stata promossa da quel solito gruppo di Deviati e perdenti che ansimavano di riprendere la presidenza USA. Anche i rapporti di amicizia con la Corea del Nord sono serviti ad aprire un nuovo corso politico di pace e di non aggressione. Con la Cina di XI Jinping, Trump ha riaperto relazioni commerciali dopo una tempestosa politica di dazi e restrizioni che son serviti a portare al tavolo gli accordi tra leader con distensione tra le parti firmando interscambi miliardari per il prossimo futuro dando assenso allaNuova Via della Seta, non più vista come una possibile arma in mano al Deep State Deviato.

Siamo nel pieno dell’operazione “Tempesta” – afferma in un post il Presidente – e se andrà avanti con la stessa strategia e cautela, salvaguardando i possibili colpi di coda tra le parti, potremmo giungere presto alla conclusione. Ma una lettura attenta delle scritture sacre con l’analisi della Teo Intelligence, ci spinge ad inquadrare questi tempi e questi eventi tra le profezie della Rivelazione di Giovanni apostolo, mancando ancora la figura del terzo incomodo: l’Anticristo. Questi, cresciuto e pasciuto nella depravazione della “Cabala”, brama e scalpita per apparire al mondo in qualità di leader salvatore dei mali dell’umanità, ma in verità è un ingannatore, un lupo che si veste di agnello. Ma se il progetto dovesse essere fuori tempo massimo per una serie di errori commessi a loro danno e/o per una serie di cause fortuite a favore della controparte, questi sarà costretto a manifestarsi con una breve ed effimera apparizione, depotenziato in una comparsata mondiale e non più un attore principale, venendo presto scalzato dalla tempesta della consapevolezza di un risveglio delle coscienze umane nel frattempo maturate ed evolute, per fare fronte all’arrivo del vero Messia annunciato ed atteso nelle sacre scritture. Questo finale sarebbe il coronamento di uno sforzo globale premiante, fatto da uomini Fedeli Laici di buona volontà che portano a termine la loro missione al grido: In Dio noi crediamo!  

Attendiamo fiduciosi gli eventi …    

di Antonio Leonardo Montuoro

Fonti da consultare:

Libro “La profezia del Santo Graal” – edizioni Mediterraneinews, 2018;  https://laprofeziadelsantograal.it/

Clicca sul simbolo del Movimento per leggere il Progetto

Decreto Cura Italia: Imprese, Lavoratori e liberi professionisti

Quali sono gli ammortizzatori sociali che possono richiedere i titolari di partita iva per sospendere l’attività?

Le imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti possono accedere ai trattamenti di cassa integrazione in deroga prevista dal decreto “Cura Italia” e all’assegno ordinario di integrazione salariale (FIS – Fondo d’Integrazione Salariale) riconosciuto ai datori di lavoro con più di 5 dipendenti. Questa facoltà è prevista anche per i datori di lavoro non imprenditori, come le associazioni sindacali e di categoria.

Cos’è la cassa integrazione in deroga e quanto spetta al lavoratore?

La cassa integrazione in deroga (CIGD) è uno strumento di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro che interviene in caso di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa. Il trattamento è pari all’80% della retribuzione che sarebbe spettata al lavoratore per le ore di lavoro prestate in via ordinaria.

Quali sono le aziende che possono chiedere la cassa integrazione in deroga?

Le aziende e i datori di lavoro che hanno fino a 5 dipendenti e quelle rientranti nella disciplina della CIGS – Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria. Tra queste, imprese esercenti attività commerciali, comprese quelle della logistica, che occupino mediamente più di 50 dipendenti inclusi gli apprendisti e i dirigenti; agenzie di viaggio e turismo, compresi gli operatori turistici, che occupino mediamente più di 50 dipendenti inclusi gli apprendisti e i dirigenti; imprese di vigilanza, che occupino mediamente più di 15 dipendenti inclusi gli apprendisti e i dirigenti.

Come faccio a chiedere la cassa integrazione in deroga?

L’accesso allo strumento è consentito previo accordo con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale, che può essere concluso anche per via telematica. Per le imprese con meno di 5 dipendenti non c’è bisogno della stipula dell’accordo.

Quanto dura la cassa integrazione in deroga?

La CIGD ha una durata di 9 settimane e non viene computata ai fini della durata massima previsti dalla legge in materia di integrazione salariale.

MUTUI, AFFITTI E PAGAMENTI: COSA PUÒ ESSERE SOSPESO

Come deve essere considerato il periodo trascorso dai lavoratori in quarantena con sorveglianza attiva o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva?

Queste misure sanitarie sono equiparate a malattia ai fini del trattamento economico previsto dalla normativa di riferimento e non sono computabili ai fini del periodo di comporto. L’assenza deve essere supportata da certificazione medica attestante l’adozione di una delle misure di sorveglianza sanitaria o lo stato di malattia accertata da Covid-19, e il lavoratore dovrà darne comunicazione al datore di lavoro. Gli oneri a carico del datore di lavoro e degli Istituti previdenziali connessi alle tutele sanitarie adottate sono posti a carico dello Stato.

Il Decreto sospende il pagamento delle bollette per tutte le imprese?

No. La sospensione dei pagamenti di fatture di energia elettrica, gas, acqua e rifiuti vale solamente per i comuni della ex zona rossa (Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova Dei Passerini, Vo’ Euganeo) e fino al 30 aprile 2020.

Non riesco a pagare l’affitto del mio negozio, cosa posso fare?

Il Decreto riconosce l’emergenza Coronavirus come possibile causa di inadempimenti contrattuali, anche solo temporanei, escludendo il diritto al risarcimento del danno del creditore. Questo non determina automaticamente la totale liberazione del debitore dai propri obblighi contrattuali, ma dovrà essere interpretata di volta in volta, in ogni eventuale singola controversia giudiziaria, per verificare se l’impossibilità della prestazione sia effettivamente imputabile all’emergenza in corso e non al debitore e se questa sia assoluta o solo temporanea. Il consiglio di Confcommercio è avviare il contatto con la proprietà per cercare di rivedere bonariamente la disciplina contrattuale nell’interesse di entrambe le parti.

Sono stato costretto a sanificare gli ambienti della mia attività, ho diritto a un aiuto?

Sì. Per la sanificazione dei locali spetta il cosiddetto bonus sanificazione, un contributo sotto forma di credito d’imposta pari al 50% della spesa con un massimo di 20mila euro, fino all’esaurimento dell’importo massimo di 50 milioni di euro stanziati per l’anno in corso.

Ho un’impresa e un mutuo in essere, posso ridurre l’importo delle rate e chiedere più liquidità alla banca?

Sì. Il Decreto contiene una misura che, attraverso l’intervento dello Stato in qualità di garante tramite il Fondo di garanzia PMI, rende più semplice, per le imprese che fino alla crisi avevano i requisiti per accesso al credito, la rinegoziazione di un mutuo già in essere con la stessa banca finanziatrice. Questo consente di ridurre l’importo dell’attuale rata e allungare i tempi di rimborso. Contestualmente alla rinegoziazione, si prevede anche la concessione di nuova liquidità all’impresa richiedente, per almeno il 10% del debito residuo del mutuo rinegoziato.

Ho un’impresa e un mutuo in essere, posso sospenderlo?

Il Decreto prevede una “moratoria straordinaria” per aiutare le imprese che presentano richiesta alla propria banca. La misura prevede che per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 sia sospeso sino a tale data. Il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato senza alcuna formalità, assicurando l’assenza di nuovi o maggiori oneri sia per l’impresa che per la banca. Le imprese possono richiedere di sospendere soltanto i rimborsi della quota capitale dei mutui.

BILANCI E ASSEMBLEE: LE NUOVE REGOLE

Cambiano anche le date per l’approvazione dei bilanci societari?

Sì. L’emergenza Coronavirus riscrive il calendario relativo all’approvazione dei bilanci concedendo due mesi in più alle società per le convocazioni e l’approvazione dei conti al 31 dicembre 2019 (opera in via del tutto eccezionale per i bilanci relativi chiusi al 31 dicembre 2019). Inoltre, introduce nuove modalità di svolgimento delle assemblee societarie. Si stabilisce la possibilità di convocare l’assemblea di approvazione del bilancio entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale, a prescindere dalle previsioni civilistiche e statutarie, e senza darne alcuna motivazione nella relazione di gestione o, in caso di esonero, nella nota integrativa. Il calendario per l’approvazione dei bilanci sarà dunque così: prima convocazione entro il 29 giugno, seconda convocazione dal 30 giugno al 29 luglio 2020.

Cambia anche la modalità di svolgimento delle assemblee?

Sì. Il decreto prevede anche una serie di facilitazioni rispetto allo svolgimento delle assemblee, sia ordinarie che straordinarie, a prescindere dall’ordine del giorno, anche in deroga alle diverse disposizioni statutarie. Si stabilisce, infatti, che le società (spa, sapa, srl e cooperative) possono prevedere l’espressione del voto in via elettronica o per corrispondenza e l’intervento all’assemblea mediante mezzi di telecomunicazione; e la possibilità che il presidente, il segretario o il notaio non si trovino contemporaneamente nello stesso luogo. Le disposizioni si applicano alle assemblee convocate entro il 31 luglio 2020, ovvero entro la data, se successiva, fino alla quale è in vigore lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza della epidemia da Covid-19.

LAVORATORI AUTONOMI: INDENNITÀ E AGEVOLAZIONI

Quali agevolazioni sono previste a sostegno del reddito dei lavoratori autonomi?

È prevista un’indennità per il mese di marzo pari a 600 euro a beneficio dei lavoratori autonomi (esercenti attività commerciali, artigiani e coltivatori diretti) iscritti alle rispettive gestioni INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie. Il bonus al momento è una tantum per il mese di marzo, ma il Governo sta valutando di ripeterlo anche ad aprile e farlo variare in base al reddito.

Il bonus 600 euro vale per tutti i lavoratori autonomi?

No. Il bonus 600 euro viene erogato a tutti i liberi professionisti che hanno una partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 che siano però iscritti alla gestione separata dell’Inps, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie. Sono dunque esclusi ad esempio medici, architetti, ingegneri e giornalisti. Possono accedervi anche i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi sempre al 23 febbraio.

Sono un artigiano, un commerciante o un coltivatore diretto, ho diritto al bonus 600 euro?

Sì. Anche in questo caso, per accedere all’indennità, questi lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria, ad esclusione della gestione separata Inps.

Sono un lavoratore stagionale del turismo, ho diritto al bonus 600 euro?

Sì. Hanno diritto all’indennità di 600 euro anche i lavoratori dipendenti stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali che abbiano cessato il rapporto di lavoro nell’arco temporale che va dal 1° gennaio 2019 alla data del 17 marzo 2020.

Sono un coltivatore diretto, ho diritto al bonus 600 euro?

Sì. All’indennità possono accedere gli operai agricoli a tempo determinato e le altre categorie di lavoratori iscritti negli elenchi annuali purché possano fare valere nell’anno 2019 almeno 50 giornate di effettivo lavoro agricolo dipendente, o non siano titolari di pensione.

Sono un lavoratore dello spettacolo, ho diritto al bonus 600 euro?

Sì. Ne hanno diritto anche i lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo, che abbiano almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo, oppure che abbiano prodotto nel medesimo anno un reddito non superiore a 50mila euro, oppure che non siano titolari di un trattamento pensionistico diretto né di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

Come faccio a richiedere il bonus 600 euro?

Per l’accesso a queste indennità i soggetti interessati dovranno presentare domanda all’Inps. Lo stesso Istituto provvederà poi all’erogazione, nel limite di spesa complessivo stabilito per ciascuna categoria di beneficiari. Operativamente le modalità di presentazione della domanda sono ancora allo studio e verranno chiarite nei prossimi giorni.

Sono un libero professionista iscritto a una cassa previdenziale obbligatoria, ho diritto a qualche indennità?

Sì, ma non al bonus 600 euro. Per i professionisti iscritti agli Ordini è previsto un indennizzo specifico, che sarà stabilito dai vari Ordini.

Posso avere diritto a più indennità contemporaneamente?

No. Le varie indennità non sono cumulabili, e c’è anche l’incompatibilità con chi percepisce il reddito di cittadinanza.

Sono un professionista e ho necessità di maggiore liquidità per spese contingenti, ho delle agevolazioni?

Sì. Il Decreto prevede la possibilità per lo Stato di garantire, tramite il Fondo di garanzia PMI, anche i professionisti e le partite Iva per nuovi finanziamenti fino a 18 mesi e di importo fino a 3mila euro.

Con l’emergenza Coronavirus è cambiato il calendario fiscale?

Sì, a causa dell’emergenza Covid-19 sono state apportate modifiche alle scadenze fiscali che tutti noi siamo chiamati a rispettare. I decreti approvati dal Governo, che in prima battuta avevano riguardato solo le cosiddette “zone rosse” maggiormente colpite dal virus, sono stati poi estesi a tutto il territorio nazionale, con una serie di misure volte sia al contenimento del contagio che agli effetti economici e fiscali che queste restrizioni comportano.

Quali scadenze fiscali sono state modificate?

Con il decreto “Cura Italia”, entrato in vigore il 17 marzo 2020, il Governo ha deciso la sospensione dei termini degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi. Per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi, resta in vigore quanto disposto con il precedente decreto del 2 marzo 2020.

Cambiano le date per la C.U. (Certificazione Unica)?

Sì. La nuova scadenza per la trasmissione telematica delle certificazioni per lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi, agenti/rappresentanti, titolari di redditi diversi e da locazioni brevi è stata prorogata dal 7 marzo al 31 marzo 2020. Resta comunque la possibilità di inviare la C.U. contenente soltanto redditi esenti o non dichiarabili con il modello 730 entro il termine di presentazione del modello 770 (e cioè il 2 novembre 2020, in quanto il 31 ottobre cade di sabato). A partire dal 2021, la scadenza ordinaria tornerà ad essere fissata per il 16 marzo di ogni anno.

Cambiano le date per il 730?

Sì. Il Governo ha stabilito date diverse a seconda dei diversi adempimenti.

Quando devo presentare il 730 2020?

La dichiarazione dei redditi, con il modello 730 e la scheda per la destinazione del 2, del 5 e dell’8‰, va presentata al sostituto d’imposta o al CAF o al proprio professionista abilitato non più entro il 23 luglio 2020, bensì entro il 30 settembre 2020.

Sono un sostituto d’imposta, un CAF o un professionista abilitato, quando deve fare l’invio telematico?

La scadenza varia a seconda della data di ricezione da parte del contribuente, secondo questo schema:

  • ricezione entro il 31 maggio 2020 → invio entro il 15 giugno 2020
  • ricezione dall’1 giugno al 20 giugno 2020 → invio entro il 29 giugno 2020
  • ricezione dal 21 giugno al 15 luglio 2020 → invio entro il 23 luglio 2020
  • ricezione dal 16 luglio al 31 agosto 2020 → invio entro il 15 settembre 2020
  • ricezione dall’1 settembre al 30 settembre 2020 → invio entro il 30 settembre (questo è anche il termine entro il quale il contribuente può inviare direttamente all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione precompilata).

Sono state fatte modifiche anche al conguaglio del 730? Quando viene fatto il conguaglio dei sostituti d’imposta?

No. La liquidazione del 730 non ha subito variazioni. Le somme saranno trattenute, in caso di debito, o rimborsate, in caso di credito, nella prima retribuzione utile, intesa come la retribuzione di competenza del mese successivo a quello in cui il sostituto ha ricevuto il prospetto di liquidazione. A titolo esemplificativo, se un lavoratore dipendente presenta la propria dichiarazione dei redditi al CAF entro il mese di maggio 2020, riceverà il rimborso con la retribuzione di luglio 2020, nel cedolino predisposto ad agosto 2020. Coloro che beneficiano di un trattamento pensionistico, invece, dovranno attendere i classici due mesi dalla trasmissione del 730/4 al sostituto d’imposta.

Sono un sostituto d’imposta, un CAF o un professionista abilitato, entro quando devo effettuare l’invio telematico delle dichiarazioni integrative?

La scadenza dell’invio telematico delle dichiarazioni integrative è stata prorogata dal 25 ottobre 2020 al 10 novembre 2020.

Cambiano anche le date del 730 precompilato?

Sì. La scadenza per le comunicazioni telematiche dei soggetti terzi tenuti ad inviare i dati all’Agenzia per la predisposizione della dichiarazione precompilata (come assicurazioni, previdenza complementare, amministratori di condominio per interventi agevolati sulle parti comuni, spese funebri, asilo nido, spese universitarie) è stata prorogata dal 28 febbraio 2020 al 31 marzo 2020. La messa a disposizione dei dati dei contribuenti passa dal 15 aprile 2020 al 5 maggio 2020.

Quali sono i versamenti e i tributi sospesi?

Il Decreto sospende i versamenti delle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, operate in qualità di sostituto d’imposta, e gli adempimenti e i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi INAIL per l’assicurazione obbligatoria. L’Agenzia delle entrate ha raccolto in un documento tutte le specifiche sulle misure fiscali adottate.

A chi è riconosciuta la sospensione dei versamenti?

Innanzitutto c’è una sospensione prevista per le categorie più colpite dai provvedimenti emergenziali come Turismo, Pubblici esercizi ed altri. Per queste categorie la sospensione riguarda sia marzo che aprile. La ripresa dei pagamenti andrà fatta al 31 maggio o in un’unica soluzione o in un massimo di 5 rate mensili, senza sanzioni e interessi. Per tutti gli altri esercenti attività d’impresa, arte o professione è comunque prevista una sospensione dei versamenti contributivi e assicurativi che vale però, al momento, per il solo mese di marzo e a condizione che tali soggetti abbiano ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro.

L’Agenzia delle entrate-Riscossione può notificarmi nuove cartelle nel periodo di sospensione 8 marzo 2020-31 maggio 2020?

No, nel periodo di sospensione, l’Agenzia delle entrate-Riscossione non può notificare nessuna cartella di pagamento, neanche attraverso la posta elettronica certificata.

Ho una cartella che mi è stata notificata qualche settimana fa e scadeva dopo l’8 marzo. Devo pagarla?

I termini per il pagamento sono sospesi fino al 31 maggio 2020. I versamenti oggetto di sospensione dovranno essere effettuati entro il 30 giugno 2020.

I versamenti non effettuati perché i termini sono stati sospesi dal Decreto devo pagarli entro il 30 giugno in unica soluzione?

Sì. Tuttavia, per le cartelle di pagamento che scadono nel periodo di sospensione (8/3-31/5) è possibile richiedere una rateizzazione. Per evitare di far attivare le procedure di recupero previste per legge, è necessario fare l’istanza all’Agenzia entro il 30 giugno 2020. Per info e modalità di presentazione, è possibile consultare la sezione “Rateizzazione” del portale dell’Agenzia delle entrate.

Ho un piano di rateizzazione in corso con rate che scadono nel periodo di sospensione. Per queste rate devo rispettare le scadenze di pagamento?

Il pagamento delle rate dei piani di dilazione in corso in scadenza dall’8 marzo al 31 maggio 2020 è sospeso. Il pagamento di queste rate deve comunque avvenire entro il 30 giugno 2020.

Durante il periodo di sospensione, l’Agenzia delle entrate-Riscossione prenderà in esame e tratterà le mie richieste di rateizzazione, anche se presentate prima dell’inizio del periodo di sospensione?

Sì. L’Agenzia delle entrate-Riscossione anche nel periodo di sospensione tratterà le istanze e invierà le risposte.

Ho una cartella i cui termini di versamento sono scaduti prima dell’8 marzo 2020. L’Agenzia delle entrate-Riscossione può attivare procedure cautelari o esecutive durante il periodo di sospensione?

No. Durante il periodo di sospensione l’Agenzia non può attivare alcuna procedura cautelare (esempio: fermo amministrativo o ipoteca) o esecutiva (es. pignoramento).

Ho ricevuto a inizio marzo un preavviso di fermo del mio veicolo che mi dice che devo pagare entro 30 giorni. Se non riesco a pagarlo entro 30 giorni mi fermate l’auto?

Fino al 31 maggio sono sospese le azioni di recupero, cautelari ed esecutive, dei carichi affidati alla riscossione e pertanto, fino a questa data, l’Agenzia delle entrate-Riscossione non può procedere all’iscrizione di fermi amministrativi e neanche alle iscrizioni di ipoteche.

Ho un fermo amministrativo già iscritto per una vecchia cartella non pagata. Posso pagare e chiedere la cancellazione del fermo?

Sì. Durante il periodo di sospensione previsto dal Decreto (8 marzo-31 maggio 20202), è comunque possibile pagare integralmente il debito oggetto di fermo amministrativo per ottenerne la cancellazione.

Non ho pagato la rata del 28 febbraio della Definizione agevolata, la cosiddetta “Rottamazione-ter”. Posso ancora pagarla?

Sì. Il Decreto ha differito la scadenza della rata del 28 febbraio 2020 della “Rottamazione-ter” al 31 maggio 2020.

A maggio 2020 scade un’ulteriore rata della “Rottamazione-ter”. Devo pagarla?

Sì. Il Decreto non ha modificato il termine di pagamento della rata di maggio della “Rottamazione-ter”, che deve essere pagata entro il 31 dello stesso mese per non perdere i benefici della rottamazione.

Il Decreto ha differito anche la scadenza della rata del 31 marzo 2020 del “Saldo e stralcio”?

Sì. il Decreto ha differito al 31 maggio 2020 anche la rata in scadenza il 31 marzo 2020 del “Saldo e stralcio”.

Come posso fare per eventuali necessità di pagamento o per richieste urgenti e non differibili?

L’Agenzia delle entrate-Riscossione ha temporaneamente chiuso i propri sporteli a causa dell’emergenza COVID-19 fino al 25 marzo. In questa situazione straordinaria, garantisce l’operatività dei servizi digitali e online oltre ai consueti canali di contatto (posta elettronica e numero unico 06 01 01) che sono stati potenziati per eventuali richieste urgenti e non differibili. Sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it è stata creata un’apposita sezione sull’emergenza Covid-19 dove sono disponibili tutte le informazioni per ottenere assistenza.

Clicca sul simbolo del Movimento per leggere il progetto politico

Droni-Bollettino Ufficiale del 23/03/2020

Secondo la Protezione civile, sono 50.418 i contagiati (+3.780 rispetto a domenica), 6.077 le vittime (+602) e 7.432 i guariti (+408).
L’Enac: “Ok ai droni per monitorare gli spostamenti dei cittadini da parte delle forze dell’ordine”

Coronavirus: Muore Lucia Bosè

Ingrandisci con due dita
Clicca sul simbolo per leggere il Progetto Politico

Coronavirus: La Cancelliera Tedesca in quarantena

Clicca sul simbolo del Movimento per leggere il Progetto

Coronavirus: Più morti in Italia che in Cina!

Zooma con due dita per ingrandire
CLICCA SUL SIMBOLO DEL MOVIMENTO PER LEGGERE IL PROGETTO POLITICO

Coronavirus: 750 mil. di € prestati dalla Bce e sblocco dei limiti

Palazzo Madama a Roma, sede del Senato

Purtroppo, come previsto, il coronavirus sta incidendo negativamente sull’economia italiana.  A far muovere l’Unione Europea con la sua Banca Centrale è stata la brusca impennata dello spread italiano che è salito oltre 320 punti base.

Il prestito della Banca Centrale, che dirige la politica monetaria dell’Unione Europea, consiste in 750 miliardi di euro per l’acquisto di titoli pubblici e privati.

L’ attività sarà svolta per tutto il 2020 e comprenderà anche le cambiali con cui si finanziano molte imprese.

Tuttavia si prospetta il rischio di una Italia per una perdenza tra il – 6 e il – 10 del Pil Nazionale per un debito pubblico che va diritto per oltre il 150 e 160% rispetto al Pil. Si sta creando un circolo vizioso e per questo motivo gli italiani devono cominciare a lavorare al più presto.

Infine, assurdamente, la Banca Centrale Europea è pronta a rivedere i limiti che si è data agli acquisti di bond tedeschi, ovvero il titolo che fa riferimento il titolo italiano per misurare lo spread. Permetterebbe alla Banca Europea di superare il limite del 33% di acquisti su ciascuna emissione e la clausola che stabilisce acquisti per ciascun Paese proporzionati alla quota nel capitale della Banca Centrale Europea.

Palazzo Chigi, sede del Governo della Repubblica Italiana
Clicca sul SIMBOLO del MOVIMENTO per leggere il Progetto Politico

Cina, Pechino: Potrebbe essere stata l’America a portare il virus

Senza ancora fare attendere, la Cina prende la sua prima posizione, attraverso uno dei portavoci del ministero degli affari esteri cinese, Zhao Lijian, attraverso il suo account Twitter, che dichiara: “Potrebbe essere stato l’esercito Usa ad aver portato l’epidemia a Wuhan”, durante i Giochi militari dell’ottobre 2019 che avevano portato nella città oltre 300 militari nord-americani nell’ottobre scorso proprio nel periodo che gli scienziati hanno individuato come il momento dell’incubazione del famigerato Covid-19.

Il portavoce di Pechino si esprime chiaramente in questi termini:

Ci sono stati dei malati americani!

“Quando è apparso il paziente zero negli Stati Uniti? Quante persone sono state infettate? Quali sono i nomi degli ospedali? Potrebbe essere stato l’esercito Usa a portare l’epidemia a Wuhan. Siate trasparenti” Rendete pubblici i dati. Gli Stati Uniti ci devono una spiegazione!”.

Clicca sul logo del Movimento per leggere il Progetto

Rimane in volo per molto tempo

Una ricerca sosteneva che il nuovo coronavirus potesse viaggiare fino al doppio della “distanza di sicurezza” ufficiale e rimanere in volo per 30 minuti. Pubblicata dalla rivista peer-review Practical Preventive Medicine venerdì scorso, è stata ritirata perché in Cina sussiste il regime comunista. Si trattava di uno studio osservazionale su un campione ridottissimo di popolazione. Se fosse vero potremmo spiegare l’alta capacità di contagio.

IL VACCINO CONTRO IL CORONAVIRUS È STATO CREATO

Zooma con due dita per ingrandire
Clicca sul logo del Movimento per leggere il progetto

ABROGAZIONE DELLA LEGGE SULL’ABORTO

Abrogazione della legge sull'aborto
CLICCA SULL’IMMAGINE QUI SOPRA PER VEDERE IL VIDEO. SI APRIRÀ LA PAGINA FACEBOOK DI ITALIA TELEVISIONE
CLICCA SULL’IMMAGINE PER LEGGERE IL PROGETTO POLITICO DEL MOVIMENTO PER L’ITALIA

ISTAT: MENO RESIDENTI IN ITALIA

CLICCA SULL’IMMAGINE PER LEGGERE IL PROGETTO

google-site-verification: googledb2e4fd51981614e.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *